La guida alle migliori enoteche di Milano

Il Santo Bevitore

Il Santo Bevitore

Per noi
Per voi
  • N. etichette in mescita
  • N. etichette in vendita
  • Originalità etichette
  • Accoglienza e ambiente
  • Prezzi

La zona di Paolo Sarpi-Procaccini è un dedalo di vie a senso unico, dove vecchie imprese, case ed esercizi sono o attaccati uno all’altro oppure ben distanziati.
Passare per caso davanti a Il Santo Bevitore non è facile, proprio perché al centro di questo dedalo di vie.

Ma la bella insegna vintage, attira l’attenzione se ci passate vicino.

L’impostazione è più da bistrot che ristorante. Un bel bancone dove potersi accomodare anche solo per degustare un calice al volo ed il resto del locale con tavoli grandi e comodi, ed i frigoriferi dei vini che fanno parte integrante dell’arredamento.

La cucina ha piatti interessanti, con porzioni abbondanti ed una buona qualità.

La carta vini (affiancata anche da una dedicata alla birra) non è ampissima come numeri di etichette e purtroppo manca l’indicazione dell’annata dei vini (ma il personale sarà gentilissimo nel dirvi quali sono disponibili), ma ha un giusto mix tra produttori di nicchia e produttori più commerciali, con prezzi, in alcuni casi, interessanti.
I vini disponibile al calice non sono molti, ma tra le bottiglie in vendita sarà anche possibile scegliere solo di degustare al calice, senza l’obbligo di prendere l’intera bottiglia.

Un ambiente tranquillo e poco rumoroso, adattissimo se avete voglia di chiacchierare con i vostri commensali.

IL SANTO BEVITORE
Sito web | Via Aleardo Aleardi, 22 – Milano  [Mappa] – Tel. 023313350
Chiuso sabato mattina e domenica tutto il giorno

Visitato in data 26/09/12

 

Un commento

  1. sono un grande apprezzatore della cucina (i miei 104kg lo dimostrano) mi è capitato di mangiare diverse volte al “Santo bevitore” e, soprattutto in occasione di una serata a tema “Cassoela” è stata un’esperienza sublime.

Dai il tuo voto a questa enoteca

Inserisci il tuo voto