La guida alle migliori enoteche di Milano

La Cieca 5

La Cieca

Per noi
Per voi
  • N. etichette in mescita
  • Originalità etichette
  • Accoglienza e ambiente
  • Piccola cucina
  • Prezzi

Quattro fattori vincenti per un’enoteca/wine bar: l’atmosfera, un’idea caratterizzante, la passione di chi la gestisce e solo in ultimo la selezione dei vini. Che pesa, ovviamente, ma quando a ingranare è il tessuto sociale di un locale si è ben oltre metà dell’impresa. La Cieca rispetta tutti i punti e ha decisamente centrato l’obiettivo.

——————————–
Nota di Redazione:
 Difficile recensire un’enoteca quando uno dei fondatori di EnotecheaMilano è stato socio della stessa. Per questo abbiamo chiesto a Adriano Aiello, giornalista ed amico, di fare la recensione dell’enoteca, cercando di essere il più oggettivo possibile, ma sempre di amico si tratta 🙂
——————————–

Interno La Cieca

Nata da un gruppo di consumati e competenti wine geek (è una brutta parola lo so, ma sono anche brutti tempi, ci si adegua senza rompere troppo l’anima) che sprizzano passione e freschezza.
I risultati si vedono: senza alcuna reale promozione è già sulla bocca di tutti a Milano. E quando il qui presente – e costante cliente – riceve mail da piccoli produttori per sapere se hanno deciso di mettere il loro vino in mescita, o se ho ricevuto la bottiglia che avevano lasciato per me, mi sento un po’ a casa.
Questo fa tutta la differenza del mondo.

Interno La Cieca

L’impronta è sanamente naturalista, senza fanatismi o impeti pedagogici, semplicemente il vino è la star e lo si rispetta scegliendo realtà che fanno del non interventismo in cantina e dell’aderenza al terroir il proprio marchio di fabbrica.
I prezzi sono ampiamente competitivi e incoraggiano l’assaggio in loco, molto più che l’acquisto di bottiglie. Nonostante la dimensione del locale non sia il punto di forza.

IMG_4507-low

Insomma, a La Cieca si chiacchiera, si scherza, si stuzzica qualche buon salume o qualche presidio gastronomico (mentre è da migliorare l’aperitivo), ma alla fine si parla di vino.
E i più curiosi/competitivi/autoironici cercano di indovinare cosa hanno nel bicchiere. O almeno la regione di provenienza. Qualcuno ci riesce, la gran parte no. Ma se per una botta di fortuna azzecchi un rosso valdostano ti guadagni un credito illimitato.

La Cieca interno

Insomma è un gioco; mai prendersi troppo sul serio. D’altronde vale per tutte le cose della vita.

La Cieca
Sito web | Via Carlo Vittadini 6, Milano [Mappa] – Tel. 02 58437901

ORARI
Aperta tutti i giorni dalle 18.30 all’01.00.

Visitato in data 31/10/2013 e 4/02/2015

Un commento

  1. Capitata per caso, era in corso una degustazione con un produttore piemontese (di cui non ricordo il nome). Ambiente allegro, molto. All’inizio volevo solo uno spumante, ma poi mi hanno coinvolto con il produttore ed è stato bellissimo. Capito la fatica di fare il produttore. Da riprovare anche in serata normale

Dai il tuo voto a questa enoteca

Inserisci il tuo voto