Per chi vive il vino con passione a Milano

Vinoir, Bistrot [Recensione]

Vinoir, Bistrot [Recensione]

Per noi
  • N. di etichette in mescita
  • Originalità etichette
  • Competenza e disponibilità
  • Prezzi vendita
  • Ambiente

Vinoir, l’evoluzione che ci piace: da solo vendita vini a bistrot

Era maggio 2012 quando per la prima volta recensivamo Vinoir. Allora era un’enoteca votata ai vini e ai libri. Poi nel 2016 partì la mescita e da pochi mesi, come naturale evoluzione, si è arrivati al bistrot. Questo grazie anche alla possibilità di usufruire del locale adiacente che ha permesso di allargarsi senza cambiare sede.

Gli spazi quindi sono mutati, aumentando la metratura per aggiungere tavoli e sedie per gli ospiti e mostrando una bella cucina a vista. Il bancone ha guadagnato con piacere ancora qualche centimetro e permette di sedersi al bancone con 4/5 sgabelli a disposizione.

Non cambia però la filosofia dei vini. Gianluca Ladu continua la sua strada puntata sui produttori artigianali, con forte influenze “naturali”, ma soprattutto con vini giocati sulla freschezza e sulla beva fulminante (con una colonna in lavagna tutta dedicata agli “orange“).

La cucina propone un menù aggiornato giorno per giorno con un numero di piatti non ampissimo, ma centrato sulla tipologia di vini in offerta.

In definitiva, da Vinoir si continua a bere bene e con i nuovi spazi anche in compagnia (meglio prenotando). Si mangia bene (grazie anche a Andrea Cicu in cucina) ed infine ci si può accomadare anche ai tavolini fuori.

E se non passano troppe auto, godersi la lentezza del naviglio.

VINOIR
Sito web | Ripa di Porta Ticinese 93b – 20143 Milano [Mappa] – Tel. 02 39811202

Visitato in data 24/04/2018

Dai il tuo voto a questa enoteca

Inserisci il tuo voto