Varie

Langhe: tra bellezze ed il ricordo di Teobaldo Cappellano

Il Castello di Barolo riflesso in una finestra
Il Castello di Barolo riflesso in una finestra

Difficile parlare di un fine settimana in Langa, quando in ogni paese in cui ti fermavi (che fosse Monforte, Serralunga, Verduno, Barolo…) vedevi un capannello di gente di fronte alla bacheca degli annunci funebri.

Il nome di Teobaldo Cappellano, stampato a grande lettere, non lasciava molti dubbi su un caso di ononimia, e il gruppo di persone accalcato, toglieva i pochi dubbi.

E così, i paesaggi e gli incontri del week-end sfumano in una nota malinconica, spettatori delle ultime giornate del grande “Teo” Cappellano.

_

_

_

_

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.