Avvinare,  Eventi

Summa 2016

Trasferta altoatesina nel periodo del Vinitaly per participare a Summa, organizzato dalla Tenuta Alois Lageder a Magré(BZ) (insieme all’amico ed esperto Martino Lapini).  La rassegna è dedicata all’eccellenza vitivinicola proveniente da tutto il mondo e per la prima volta quest’anno ha avuto un giorno aperto al pubblico. Iniziativa che verrà ripetuta anche l’anno prossimo, quindi non perdetevela.

Perché andare a Summa?
Primo: perché i produttori sono di alto livello.
Secondo: organizzazione perfetta
Terzo: un posto splendido, ideale per degustare

Una delle particolarità è che i produttori sono sparsi per il piccolo borgo di origine mediovale. Quindi avrete la possibilità di girare tra il granaio e il primo e secondo piano di Casòn Hirschprunn. Se anche il maltempo (come successo a noi nella prima parte della giornata) dovesse flagellarvi, nessun problema, gli spazi degustazione sono tutti al coperto.
I produttori vinicoli sono circa una settantina, ma avrete poi la possibilità di assaggiare prodotti gastronomici altoatesini nelle diverse botteghe presenti. Una bellissima area ristoro permette di sedersi al tavolo e gustare specialità di alto livello appena preparate, con un banco vini da 50 e più bottiglie a libera degustazione.
 Passiamo agli assaggi, in rigoroso ordine sparso: Champagne Boizel Blanc de Noirs, Champagne Pol Roger Brut Reserve (tagliante e freschissimo), Petrolo Boggina 2013, Montevertine  2013 e Pian del Ciampolo 2014 di Montevertine, Monteverro 2012 di Monteverro, Costanti Brunello di Montalcino Riserva 2010 (forse il miglior assaggio della giornata) e Brunello 2011, Le Macchiole Messorio 2012 e Paleo 2012 ed un grande Scrio 2000, Weingut Clemens Busch con il Marienburg Falkenlay Riesling 2014 ed un favoloso 2012, Weingut Peter Jakob Kuhn con il Riesling Trocken Jacobus 2015 e Quarzit 2015, Weingut Jurgen Leiner con il Ilbeshein Weisser Burgunder 2014, Familie Sander con Lossterrassen Riesling 2015 e Schlossberg Riesling 2014 ed un fantastico Schlossberg Riesling 2011, Frank John con il Riesling Brut 2014. Ricordiamo poi anche dei belli assaggi da Aquila Del Torre, Foradori e Grosjean

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.