Recensioni siti web

Vinitaly 2009: il sito

vinitaly Manca ormai poco alla 43^ edizione del Vinitaly.
Anche quest’anno è stato rinnovato il sito web della manifestazione.
Dopo “Passionate Business” il nuovo claim è The world we love con un web design che abbandona le note fumettose dello scorso anno per proporsi in modo più elegante ed istituzionale.

Semplificato l’accesso ai contenuti che prevede praticamente due porte d’ingresso principali: Espositori e Visitatori.

Le informazioni sono chiare, così come la navigazione. Difficile perdersi.

Il link al Catalogo (non ancora attivo) posizionato sopra Visitatori è poco visibile. Non essendo ancora attivo non sappiamo se quest’anno verrà riattivato il servizio MyTour, che permetteva di selezionare i produttori di interesse ed averli disponibili su una lista ad hoc.

L’impressione complessiva è che ci sia una certa attenzione all’aspetto grafico del sito, ma le informazioni siano solo quelle essenziali, senza cercare di migliorarsi o fornire nuovi servizi agli operatori ed ai visitatori.

D’altronde, ogni anno si parla male del Vinitaly, ma poi sono proprio in tanti ad andarci.

2 commenti

  • gianpaolo

    oggi la fiera di Verona mi ha spedito una email per sapere a che temperatura vorrei che fossero impostati i termostati del mio padiglione (area D) perche’ i vini siano al meglio.
    Sono rimasto un po’ perplesso, riceveranno 50 risposte diverse da altrettanti espositori, e poi come si regoleranno? E’ solo una mossa stile markettaro, o veramente gli stiamo a cuore noi e i nostri amati vini? Boh, so solo che non lo avevano mai fatto. La mia impressione e’ che abbiano importato un po’ di modernita’ nella forma, in quanto alla sostanza…mah. Vedremo.

  • Max

    @gianpaolo
    considerando che la vostra area è sempre una delle più calde, forse è la volta buona quest’anno.
    Oltre alla macchina fotografica, quest’anno porteremo anche il termometro, così vediamo se è solo marketing 😉

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.