Vini degustati

Un vino per l’estate: Passerina Tor dell’Elmo Rocca dei Forti

Prendiamo un marchio che produce spumanti dal 1950, e che sta cercando di comunicare sempre di più come un’azienda legata al proprio territorio, in questo caso le belle Marche.
Aggiungici il caldo africano di questi giorni, e la voglia di vini frizzanti semplici, ma non banali aumenta a dismisura.

E così si stappa una Passerina in versione spumantizzata metodo charmat: Passerina Tor dell’Elmo Rocca dei Forti
Colore tipico, ovvero abbastanza scarico. Al naso buoni e piacevoli profumi floreali e di pesca bianca. Non eleganti, ma abbastanza intensi (dopo un’oretta di apertura della bottiglia sono drasticamente calati come varietà).
In bocca delle bollicine un po’ grossolane, ma non invasive, anzi. Una bella freschezza, la persistenza non è lunghissima, ma la beva invoglia facilmente a consumare un secondo calice, merito anche di una chiusura leggermente amarognola che non stanca.
La gradazione alcolica non elevata(12°), insieme alle caratteristiche sopra, lo rendono particolarmente adatto per l’aperitivo, rendendola un’alternativa al classico Prosecco.

Un commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.